ItaliⒶliena #6: abbiamo visto cose che voi umani…

Avevamo segnato questa data sul calendario da tempo, vuoi perché non eravamo mai stati ad un concerto a xm24 – siamo stati solo di passaggio un paio di volte – vuoi perché i nostri ultimi Halloween, anzi aulin, li abbiamo passati a casa.
Per quest’evento decidiamo di portare la distro e non ci facciamo affatto scoraggiare dal viaggio in treno, dai cambi o dal tragitto a piedi che avremmo dovuto affrontare. Ficchiamo tutti i dischi e le autoproduzioni negli zaini, prendiamo i biglietti e saliamo sul primo treno in direzione Bologna. Arriviamo abbastanza presto tanto da riuscire a farci un giretto per la città e prima di dirigerci a Xm, facciamo tappa da Pamcial per una pita, e al Barnaut per un campari soda. Con largo anticipo giungiamo, quindi, a xm24 dove, dopo qualche saluto e gli auguri di compleanno a Mongy e Federica, posizioniamo il nostro materiale. Italialiena è completamente autogestita e nasce dall’unione delle forze di Bologna Punx, le band e lo spazio stesso. I punk iniziano ad arrivare e tra loro scorgiamo anche qualche temerario vestito in maschera – tra tutti citiamo un personaggio vestito da Wolverine/Lupo Lucio del Fantabosco – la serata quindi, non può che cominciare! Aprono le danze i Mordax, trio proveniente da Milano che propone un HC d-beat molto vicino ai leggendari Discharge ma con un tocco del tutto personale. Li apprezziamo molto, sia per lo stile che per l’esecuzione, davvero un ottimo inizio serata.
A questo punto scambiamo due chiacchiere con Zanna e i NoWhiteRag, i quali, oltretutto, ci danno delle copie per la nostra distro (affrettatevi ce n’è rimasta solo una!). Cogliamo l’occasione per spiegarvi da cosa è composta: difatti, oltre a vinili, cd, cassette, alcuni dei quali co-prodotti da noi, potete trovare anche libri e autoproduzioni come ad esempio vinili decorativi e appendini/appendichiavi fatti interamente da noi con materiale riciclato. DIY or DIE!
E’ l’ora proprio dei NoWhiteRag! I protest punkrockers modenesi, attivi dal 2003, portano il loro nuovo album “Resilience” sul palco. Come ci spiegava Zanna, i ragazzi sono impazienti di suonarlo dal vivo, tanto che nella loro bellissima scaletta troviamo poche e ben selezionate vecchie hit e molti brani estratti da “Resilience”. I cinque conducono alla perfezione il live come pirati sul ponte di comando, scatenando più che un pogo, una burrasca. Da vedere live!
Dopo il cambio palco che ci dà il tempo di prendere una birra e salutare vecchi e nuovi amici, iniziano gli IntoTheBaobab, gruppo bolognese in circolazione da diversi anni che, davanti alla sala ormai stracolma di gente, sfodera tutti i propri pezzoni. Il loro personalissimo punk fa cantare e muovere tutti grazie ai testi orecchiabili e ricchi di contenuto, concludendo in bellezza la parte punk della serata. Anche loro band validissima e meritevole di supporto!
Finiti i live ci troviamo, soddisfattissimi, davanti alla parte più faticosa della serata, ovvero quel triste momento in cui devi sbaraccare la distro e rimetterla negli zaini. Qui, tra l’alcol e la stanchezza, incredibilmente e inevitabilmente essa non entrerà mai ai primi dieci tentativi, con conseguente risultato di bestemmie a non finire e domande esistenziali sul significato della vita. Fatto ciò guardiamo l’ora e scappiamo. Il treno delle 4 di mattina ci aspetta!
Un salutone e un grazie a Bologna Punx, all’xm24, alle band che hanno suonato, agli Stanis, a Sola e il Metal, Mascio, Emi, Lucky e tutti coloro che hanno fatto un salto, anche solo per un saluto al nostro banchetto. We love you!

Live report a cura di Tom & Zoe

Please follow and like us:

Leave a Comment

Solve : *
7 + 15 =