Mantis, Habak, Schifonoia allo Stella Nera Modena | 15 marzo 2019

Live report e foto della serata di venerdì allo Stella Nera

Partiamo in direzione Modena, per una due giorni che si preannuncia scoppiettante: venerdì sera allo Stella Nera e sabato al libera officina. La prima sera ci aspetta la presentazione della fanzine antisessista “Circe” che, come recita la copertina stessa, propone “degli spunti per la decostruzione di genere negli spazi liberati”. Il tema centrale ci piace molto, perchè spesso la lotta al machismo, al sessismo alla transfobia vengono dati per scontati anche in spazi che, come abbiamo detto prima, sono liberati e quindi ritenuti sicuri. Purtroppo siamo riusciti ad assistere solo a parte della presentazione, ma non temete, abbiamo preso delle copie di questo numero zero da leggere e inserire nella nostra distro. Inoltre all’interno, insieme agli articoli, potete trovare un test sull’antisessismo e una mail alla quale potete inviare un vostro articolo o una riflessione personale.

La serata promette bene, nonostante non ci sia una folla oceanica di partecipanti, sistemiamo la distro insieme a Ivan e Paolo di disasstro che hanno un banchetto fichissimo pieno materiale queer serigrafato proprio da loro.

Ci spostiamo nella sala concerti dove iniziamo le Mantis, gruppo dark-doom tutto al femminile da Venezia che riesce a creare una giusta atmosfera oscura e cupa, coerentemente con il loro genere. Possono sicuramente migliorare nell’esecuzione live e nella tenuta del palco ma nonostante ciò apprezziamo le idee e la proposta!

Tra un cicchetto, una partita a calcetto e qualche chiacchiera si fa l’ora dei messicani Habak. Il quintetto da Tijuana porta sul palco dello Stella Nera un crust melodico davvero particolare e coinvolgente. Ottimi musicisti con grande intesa suonano e cantano pezzi intrisi di carica e rabbia.

Ultimi sono gli Schifonoia, trio anarchopunk di ispirazione anni ’80. Un po’ grezzi ma piacevoli, con il cantante-batterista che inserisce intermezzi di poesie autografe. Grandi ragazzi, apprezziamo la vostra attitudine e i vostri contenuti!

L’ora è tarda ma la serata non è ancora finita, infatti, dopo aver chiuso la distro, è ora di scaricare tutte le ultime energie con un po’ di sana trash! El Pollo Loco ci aspetta in pista e ci fa ballare, cantare e sudare fino all’ultimo pezzo con tanto di giravolte e casqué meglio della Carrà! La situazione che si crea è fighissima e chiude alla perfezione questa piacevole serata.

Andiamo a letto stanchi ma allo stesso tempo carichi per la serata che ci aspetta il giorno dopo; ringraziamo il collettivo Stella Nera, Disasstro per la compagnia, le band e tutti coloro che sono passati a fare qualche chiacchiere al nostro banchetto!

Please follow and like us:
error

Leave a Comment

Solve : *
14 ⁄ 2 =