Recensione: Blowfuse – Daily Ritual

Tornano con un nuovo album i Blowfuse da Barcellona!

Per chi ha assistito agli energici live dei Blowfuse, in Italia li avete probabilmente visti al Venezia Hardcore 2017, sapete che siamo di fronte ad una band decisamente scatenata. Bene, siamo lieti di raccontarvi, dunque, in questa recensione il nuovo album della band di Barcellona. Intitolato “Daily Ritual”, questo è un album da nostalgici degli anni ’90, rivisitati in chiave attuale, uscito grazie a Epidemic Records in Italia, Long Beach Records (Germania, Austria, Svizzera), Paper + Plastick Records (USA), HFMN Crew (Spagna), Morning Wood Records (Olanda), Disconnected Disconnect Records (UK), Infected Records (Portogallo), Melodic Punk Style (Polonia). Eh sì, perchè le influenze sono quelle del punk rock californiano, quello da accompagnare con lo skate, con riff ricercati e qualche sperimentazione qua e là. Anche se poi, il messaggio che fanno passare, e che per una band è fondamentale, è che loro sono i Blowfuse. Sinceramente una delle band più preparate tecnicamente, più originali e più vivaci che abbia sentito ultimamente nel punk rock.
“Daily Ritual” è pieno di cambi di ritmo, difatti possiamo apprezzare la velocità e la potenza sin dalla prima canzone “Dreams” e anche su “Grand Golden Boy”, mentre possiamo apprezzare virtuosismi e novità sonore su moltissime canzoni, in particolare su “Outta My Head”.
Vedete ne ho citate tre, ma questo è un album tutto di grande livello, dove ogni canzone vi sorprenderà e che merita tanto. Che siate punk rocker che sognano la California, che siate dei nostalgici della colonna sonora del gioco della playstation “Tony Hawk Pro Skater” o che siate amanti della musica in cerca di originalità, “Daily Ritual” dei Blowfuse fa per voi!

Voto: 8/10

Recensione di Tom

Please follow and like us:
error

Leave a Comment

Solve : *
20 × 9 =