Second Youth, 360 Flip and more @ Wave Park, Mogliano Veneto

Skate, punk and fun al Wave Park di Mogliano Veneto

Un sabato pomeriggio speciale questo del 20 aprile, giusto prima di Pasqua per festeggiare un’altra risurrezione, quella dello skate park di Mogliano Veneto, che grazie all’impegno dei ragazzi di Officina 31021 riprende vita a suon di skate, pattini e tutto ciò che ha delle rotelle. Arriviamo giusto in tempo per ammirare gli ultimi trick (di cui io so ben poco) e per girovagare tra gli stand di artisti della zona chiamati a raccolta, tra cui Francesca Rosafio e Let’s Go Banana (spero sia stato questo il loro nome – altrimenti, ragazzi, che figata di slogan!) mi rimangono molto impressi.

Dopo il contest, piccola esibizione artistico-sonora dei ragazzi di Noiseboard, un progetto davvero speciale che trasforma le tavole da skate in amplificatori collegati ad un mixer.

Dopo un bel panino con la porchetta a prezzo super onesto è già arrivato il momento di iniziare con la musica. I primi ad esibirsi sul palco del Wave Park sono i The Consultants, band formata da quattro baldi giovani (più uno mancante a quanto dicono) che propongono un punk ‘n’ roll divertente, pieno di festa e voglia di far festa, che attira e che fa muovere i piedini a ritmo.

Seconda band sul palco i giovanissimi Daily Crunch da Treviso, che propongono un punk rock con tendenze più rock sporche, da garage con gli amici. Vista l’attitudine e la simpatia sicuramente faranno strada e mi ricapiterà di vederli ancora….

Terza band della serata invece sono i 360 Flip, punk melodic hardcore misto a skatepunk da strada molto anni ’90 che fa muovere la testolina su e giù e non stanca mai. Sicuramente appropriati per questa occasione, torniamo ad essere di nuovo teenager e invece che essere nella non proprio ridente pianura Padana sembra di stare nella soleggiata Venice Beach. A parte i miei vaneggiamenti dovuti al prosecco, apprezzo davvero il trio dalla provincia di Venezia, che scalda i cuori dei pochi kids sotto palco. Un gran complimento va soprattutto a Giacomo che oltre a tenere il ritmo serrato della batteria tira fuori tutta la sua voce per deliziare noi ascoltatori.

Incredibilmente presto e in perfetto orario con i tempi, salgono sul palco i Second Youth, ultima band delle serata. La band sardo-londinese sale sul palco in gran forma, proprio come me li ricordavo, e con la voce roca stile Get Dead, il sound California primi Rancid non possono che entusiasmarmi. E non solo me, a giudicare dal successo che li accompagna negli ultimi mesi. Si passa in rassegna le loro canzoni migliori del primo album, come ‘Friday Night’, ‘Worst Case Scenario’ e ‘Letter Home’ e anche il nuovo singolo ‘Zero’. Non posso farci niente, i Second Youth sono una di quelle band che mi arrivano dritte al cuore e mi fanno venire voglia di saltare e ballare ed ascoltarli ancora e ancora.

Insomma niente di meglio per concludere una bella giornata all’insegna dello skate, del DIY e di tutto ciò che questa cultura street porta con sé!

Fotogallery a cura di Francesco Dose:

Please follow and like us:
error

Leave a Comment

Solve : *
13 × 19 =