Recensione: Latte+ – Next To Ruin

Fresco, anzi, freschissimo di uscita mi giunge alle orecchie “Next To Ruin” il nuovo album del trio toscano LATTE+ fuori dal 23 Aprile 2019; attivi dal 1997 hanno concepito un nuovo interessante lavoro che, già dal primo ascolto, risulta essere un bel calderone di influenze musicali alla one-two-three-four, cosa che dagli ultimi tempi caratterizza questa punk rock band fiorentina. Infatti il sound di “Next To Ruin” rimanda sicuramente a tutti quegli ascolti che spaziano tra i Ramones e The Queers e tra i Green Day e gli Screeching Weasel, sia per la semplicità degli accordi e della struttura dei pezzi, sia per la qualità dei suoni, veramente ben lavorati.

Un ottimo prodotto registrato presso Ale Sportelli Recording Studio (Pisa) e distribuito in Europa, Nord America e Giappone dalla Phocomelic Music, label fondata proprio dalla stessa band.

L’album corre come una fucilata dal primo al tredicesimo pezzo e in circa mezz’ora spazia da momenti di puro ramonesismo a parentesi invece più west coast, un balzo ben riconoscibile ascoltando in successione “Hey Hey It’s Dee Dee’s Birtday Today” e poi “Cookie“. A mio gusto, notevoli anche i pezzi “Good Looking Girl” e “Lost In Berlin“.

Voto: 7+

 

Please follow and like us:
error

Leave a Comment

Solve : *
15 × 16 =