Kontatto, Headsplitters e Languid @XM24, Bologna – report e foto

Ecco com’è andata venerdì 7 giugno alla serata di Bologna Punx

Il sole finalmente è giunto, il caldo invece, onestamente, non ci era proprio mancato. Così in questa umida giornata di inizio giugno, un po’ all’ultimo decidiamo di prendere e partire per Bologna, direzione XM24. La serata in questione è un concertino molto interessante per gli amanti del d-beat e del punk più grezzo, tirata su alla vecchia maniera da quella mitica crew chiamata Bologna Punx. Arrivati a destinazione presto come al solito – maledetti noi unici baluardi che ancora credono nell’ora scritta nei flyer – stappiamo le prime birre e facciamo le prime chiacchiere coi presenti. La situazione di XM24 è piuttosto precaria, per usare un eufemismo, difatti il posto è sotto sgombero e militanti, simpatizzanti e amanti dell’autogestione tutti si ritrovano a dover fronteggiare questa pessima situazione. La voglia di resistere, però, c’è e questo spazio viene vissuto giorno dopo giorno, ora dopo ora in maniera incredibile, per ribadire che Bologna e la Bolognina hanno bisogno di XM24 e che un altro mondo è possibile. Cogliamo l’occasione come Radio Punk per invitarvi tutti il 29 giugno alla manifestazione lanciata da XM24, bisogna esserci e sostenere queste esperienze. In ogni caso, qui trovate maggiori info.

Tornando a noi, montiamo la distro e subito chiacchieriamo con gli amici fiorentini di smashsound, Plankton e Balls of Fire. Le birre volano e sul palco, dopo un breve soundcheck partono gli inarrestabili Kontatto. La band d-beat bolognese parte a razzo e come al solito è splendida splendente. Impeccabili, precisi, potenti e viuuulenza sonora a gogo. Kontatto, “doppia T come terremoto e tragggedia”. Sempre un piacere vederli, chiudono la scaletta con capolavori come “Fino Alla Fine”, “Picci Picci Non Ne Ho” e la cover di “Disperato Ma Vivo” dei Wretched.

Il tempo vola quando ci si diverte e così dopo il cambio palco attaccano gli Headsplitters da New York. Questo trio è sconvolgente, linee di basso killer, chitarra semplice ed efficace, batteria martellante e voce che ricorda un po’ quella degli Inquisition. Punk grezzo, semplice ma dannatamente efficace. Ci hanno entusiasmato parecchio sia per l’ottima presenza sul palco che per la mazzata a livello di suono.

Nel frattempo, la birra finisce, il panico imperversa tra i punx, ma dopo poco viene risolto il problema, tutto torna nella norma e i Languid da Edmonton, Canada possono incominciare il proprio set. La band propone un hardcore molto influenzato dai motorhead/discharge e dalla scuola raw punk. I canadesi da subito dimostrano di essere dinamici, energici al punto giusto e in grado di tenere il palco alla perfezione, esaltandosi ed esaltando i punk accorsi. Anche loro sono stati una piacevole scoperta, d’altronde Bolo Punx non si smentisce mai e la curiosità, come abbiamo visto in questi anni di concerti, ripaga (quasi) sempre.

La serata prosegue avanti a birre e cicchetti e alla fine saremo ospitati da Martina, Mario, Zilla e altra bella gente di Bolo Punx dove faremo mattinata tra birrette, vinello e chiacchiere.
Il giorno dopo siamo andati nel modenese a Villa Punk, casolare in campagna dove svariati laboratori per amanti del do it yourself hanno preso il sopravvento sui punk, ormai ridotti a dei mutanti in attesa di ripigliarsi. Tuttavia, i workshop sono stati seguiti e partecipati, complimenti al collettivo D.I.Wild che è giunto alla terza edizione di questa splendida serie di iniziative. Laboratori di Linocut, scrittura creativa, serigrafia, riciclo carta, utilizzo di erbe e molto altro hanno allietato il pomeriggio, insieme a birra, vino, club mate, musica e tanta convivialità. La sera poi si sono svolti i concerti ma noi siamo stati costretti a virare verso casa, ad ogni modo speriamo sia andata bene!

Un giganterrimo grazie all’XM24, a Martina, Mario, Zilla, Bologna Punx per l’ospitalità e l’amicizia, agli instancabili Ivan e Paolo di Disasstro, ai fiorentini che ci hanno comprato praticamente tutte le spille, a quella bellissima persona che ci ha fermato mentre ce ne andavamo per vedere i vinili e ne ha presi subito tre, alle band, a Villa Punk, allo Stella Nera sempre nei nostri cuori e a voi tutti che siete passati a trovarci! Ci vediamo sabato al Pescara hardcore fest!

Report di Tom & Zoe
Foto di Zoe – Radio Punk
Come sempre se volete le foto in alta definizione contattaci all’indirizzo info@radiopunk.it oppure su Facebook e Instagram.

Please follow and like us:
error

Leave a Comment

Solve : *
26 − 22 =