Intervista con Adescite Crew!

Chiacchierata con Alberto e Antonio di Adescite Crew

Alberto e Antonio sono tra le menti che stano dietro ad Adescite fest aka La sagra dell’autoproduzione, questo festival si terrà il 6 e 7 Dicembre al Centro sociale Buridda di Genova e giunge alla sua quinta edizione. Abbiamo quindi deciso di scambiare quattro chiacchiere con i ragazzi!

Radio Punk: Ciao ragazzi, raccontateci brevemente cos’è Adescite fest e quando si svolgerà.
Albe: Adescite Fest vol.5! Il 6-7 Dicembre al Lsoa Buridda a Genova. Due giorni di musica, festa, passione, solidarietà e autoproduzione di ogni tipo!

Radio punk: Cinque edizioni, cosa è cambiato in questi anni?
Albe: È cambiato tutto e non è cambiato niente. La nostra voglia, la nostra passione e la nostra amicizia continuano ad essere la base di tutto, senza il quale niente sarebbe mai successo. Alla prima edizione c’erano 70 paganti, cosa che per noi era già un impresa memorabile, all’ultima edizione ce ne siamo ritrovate cinque volte tante, per cui ovviamente cambiando il contesto è dovuto cambiare obbligatoriamente in noi il modo di porci, di organizzare e di pensare al Fest, è stata una conseguenza logica ma allo stesso tempo una delle più grandi soddisfazioni. Cosa è cambiato veramente? 4 anni fa eravamo tre persone a pensare e improvvisare a tutto, ora c’è un collettivo che si occupa di organizzare concerti costantemente per tutto l’anno.

Anto: mah sicuramente la partecipazione da parte dei Genovesi è aumentata e questo ci rende molto orgogliosi (siamo un popolo tendenzialmente diffidente), ogni anno abbiamo sempre cercato di fare meglio dell’anno precedente e questo sembra funzionare. Sicuramente L’Adescite ha perso un po’ della sua intimità dei primi anni ma comunque si continua a respirare aria di casa

Radio Punk: Il costo della vita è in aumento, il caffè costava 1000 lire, poi 80 centesimi, ora siamo ad 1 ,10€ mentre i i concerti negli spazi occupati costano sempre 5€, voi addirittura con 5€ e senza sponsor portate 10 gruppi a Genova, è perché voi genovesi siete tirchi e pagate poco i gruppi? Chi va i concerti si dovrà abituare a pagare 7€ o pensate che si riuscirà a mantenere questi prezzi nell’underground?
Albe: Quella di mantenere l’ingresso a 5€ anche quest’anno è una scelta precisa fatta insieme ai ragazzi del Lsoa Buridda e non abbiamo la presunzione di pensare che sia la scelta giusta anzi, era semplicemente quella più coerente per il modo in cui abbiamo sempre concepito l’Adescite Fest. Non credo esista (per fortuna) un corretto prezziario per i concerti ungerground, per come la vedo il prezzo del biglietto/entrata dovrebbe cercare di essere sempre il più coerente possibile con la qualità di quello che viene offerto e della realtà che lo circondano, che siano 3 o 40€. In generale la gente dovrebbe capire che dietro ad un concerto, per quanto “underground” possa essere, ci sono un sacco di sbattimenti e un sacco di spese che in un modo o nell’altro vanno coperte perché fino a prova contraria, ahimè, il baratto è finito da tempo.

Anto: ci credi che qualcuno chiede di pagare meno all’entrata?Parliamo di prezzi veramente bassi bassi, questo serve per permette a più gente possibile di partecipare alla festa. In previsione dell’adescite abbiamo organizzato vari concerti di autofinanziamento e al festival ci sarà come ogni anno il banchetto del merch. Il tutto ci permette di coprire tutte le spese necessarie per il festival.

Radio Punk: Come scegliete la lineup del festival?
Albe: Molto semplice, i gruppi devono piacerci. Continua ad essere un festival organizzato da amici per pura passione e divertimento, semplicemente ogni anno cerchiamo di puntare sempre più in alto

Anto: l’idea iniziale era quella di organizzare un concerto in cui fossero coinvolte tutte le varie realtà d.i.y. che conoscevamo e con cui sentivamo affinità e ci piaceva l’idea di invitare band di generi musicali diversi in modo da avere una giornata in cui si può passare dalla band che ti urla in faccia a quella che ti piange addosso. I criteri per scegliere le band rimangono bene o male gli stessi solo che ora siamo in più teste dietro ad Adescite

Radio punk: Quante persone ci sono dietro ad Adescite fest?
Anto: Attualmente siamo circa 10, la maggior parte ha sempre organizzato concerti in solitaria e non avevamo motivo per non provare a fare qualcosa insieme, in più i due ragazzetti della Flamingo Records ci danno un grosso e fondamentale aiuto

Radio Punk: 5 anni e un sacco di gruppi, chi sono stati i vostri preferiti in questi anni?
Albe: Difficile dirlo, ogni band che ha suonato rappresenta per me un pezz’i core. Detto questo, se proprio ti dovessi dire un gruppo che non ci ha mai deluso e a cui siamo particolarmente legati allora ti direi gli Antares.

Anto: Il primo anno con i Malemute Kid ci siamo veramente divertiti un sacco, poi sicuramente i Western Settings ,il terzo anno suonarono gli Antares che non avevo mai visto dal vivo e rimasi folgorato. Mentre l’anno scorso gli Slander hanno ribaltato il Buridda ed è stata una gran bella cosa da vedere.

Radio Punk: Prima gestivate Sedia Booking, poi avete iniziato a fare diversi eventi durante l’anno tutti a nome Adescite Crew, da cosa deriva questa scelta?
Albe: Sedia Booking era il semplice nome che usavamo quando iniziammo ad organizzare i concerti in città, principalmente punk rock. Definirla una Booking è per certi versi eccessivo, anche se qualche soddisfazione ce le siamo tolta. Ad un certo punto ci siano semplicemente resi conto che fare le cose per i fatti nostri non portava a niente se non a guardarci negli occhi tra di noi, abbiamo capito che incontrarci e lavorare con realtà vicine a noi, non solo faceva si che più gente si avvicinasse a quello che facevamo ma più di tutto permetteva di aumentare la qualità di quello che potevamo offrire, potendo puntare su più persone

Anto: Adescite in Genovese significa “alzati”,”svegliati” e credo che semplicemente arrivati ad un certo punto ci sembrava un po’ sprecato ribadire questo concetto del fai da te soltanto una volta all’anno. Così abbiamo provato a dare continuità alla cosa.

Radio Punk: Vi lasciamo con la possibilità di dire qualsiasi cosa ai nostri lettori…via libera!
Albe: Mea Adescite!

Anto: Questa è facile, sembrerà banale ma supportate la vostra scena locale. Non esiste? Createla, partendo dalle piccole cose. Vi fa cagare la scena della vostra città? fate qualcosa per renderla migliore. Seguite le vostre passioni al meglio delle vostre possibilità, giuro che a volte ripaga.

Adescite Fest: 

Please follow and like us:
error

Leave a Comment

Solve : *
19 + 27 =