Recensione: RATBONES/NECK – SPLIT E.P.

Uno split per rivivire il tour condiviso a tutto punkrock

Esplode di energia, piatti e cassa in quattro quarti stile Ramones questo imperdibile split tra i genovesi Ratbones e i canadesi Neck che dopo un tour europeo bomba nel 2018 si ripetono e volano dalle parti di Toronto per mostrare chiodi e chitarroni.
Che dire, iniziamo giocando in casa e si sà che dal versante Ligure il sound di “leave home” di Cj e compagnia e di “move back home” dei Queers và alla grande.
In questi due pezzi si sente una spinta personale fatta di assolini e tanto rock n’ roll con una voce graffiante ed un retrogusto tutto Social Distortion, vedi “broken thinks” forse il miglior pezzo del lotto, con un coro che ti si stampa bello in testa.
Avviso, se non li conoscete correte a recuperare qualcosa dei Ratbones dalla loro discografia perchè il livello è veramente alto.
Più allegri e quadrati i Neck che divertono alla grande con il finale di “ha ha hertz” una voce sguaiata molto particolare e una risata contagiosa, pochi accordi ma piazzati alla grande, da mandare in loop all’infinito per rimanere eterni ragazzacci dai jeans strappati con felpa degli Screeching Weasel e Convers consumate.
Il tutto lo trovate ovviamente in 7″ ma in due versioni diverse, 45 di 250 con copertina speciale per veri funs, bel tiro piazzato da I Buy Records, sempre sul pezzo per quel che riguarda il genere.

voto 7,5

Recensione a cura di Mauro “Glue”

Please follow and like us:
error

Leave a Comment

Solve : *
15 + 12 =