Güerra, Contrasto, LeTormenta, XMy(s)seriX | Bologna HC – report e foto

foto gallery e diario di bordo di “Fino alla fine night 2” di Bologna Hardcore al Brigata 36

Da qualche tempo è resuscitata, come gesoo, la crew Bologna Hardcore, che si aggiunge o meglio, ri-aggiunge alle due compagini della città felsinea dedite al “rumore” e alla aggregazione, ovvero Bologna City Rockers e Bologna Punx. Il che è decisamente un bene, in un territorio in cui la voglia di fare sembrerebbe proprio che ci sia, ma gli spazi vengono sgomberati da partiti definiti da dei cerebrolesi come di “sinistra” (hahaha!). Giunti alla seconda edizione del benefit per i prigionieri anarchici, il collettivo si affida come per la prima kermesse allo spazio sociale Brigata 36 di Imola a circa 30 minuti da Bologna e attaccata alla stazione dei treni, giusto giusto per chi non vuole rischiare la patente e fare schifo – si spera – con dignità.
Giunti prestissimo con la nostra distribuzione ci ambientiamo e iniziamo le varie chiacchiere. Scopriamo subito che Bologna HC è carica, difatti dopo questa iniziativa ci sarà la tattoo circus sempre qui il 23-24 maggio. Segna sul calendario che poi ti scordi!
Purtroppo, con sommo dispiacere, veniamo a sapere che i Sempre Peggio saranno assenti causa infortunio – lieve – alla mano del chitarrista Nicolò (anche autore del bellissimo libro “Ribelli, sociali e romantici: FC St. Pauli tra calcio e resistenza”). Tuttavia sul palco, sono pronti e scattanti i XMy(s)seriX! Con questo nome qui sorge spontanea la domanda, che abbia stato lo zzio a infortunare proprio Nicolò? Idiozie a parte, il duo pugliese si presenta con calza in faccia a mo’ di rapinatore anni ’80 e ci spara in faccia un grindcore potente, essenziale e diretto che mette in chiaro da subito che qui si fa “rumore non musica”. Amanti della nota sbarrata e dei contenuti politici, non perdetevi questo duo, vi linko pure il bandcamp così vi fate un’idea. Ottimo concerto, bellissime persone, si guadagnano il voto diesci (cit.) grazie anche alla cover dei Nabat!
A seguire la zona palco del Brigata si riempie, attaccano i LeTormenta. I poeti punx, quest’oggi suonano ancor più scatenati e davanti ad una bolgia. Urla strazianti, tupa tupa, cori e quei riff fichissimi e melodici al punto giusto riescono a regalarti la pelle d’oca dal primo all’ultimo minuto. Paura e delirio durante la cover dei – se ho capito bene – Roid. Ahiaiai, qui mi trovate impreparato, rimedierò! Poche storie, LeTormenta ESEMPLARI!
E visto che siamo in una serata in famiglia, potevano mancare i Contrasto? Certo che no! Così di rabbia e di cuore comincia il live dei Contrasto che oggi suonano in formazione ridotta causa assenza di Tommo alla chitarra. Anche se grazie ad un pubblico letteralmente scatenato ci godiamo i Contrasto in formazione a 100 praticamente, visto che sul palco c’erano praticamente tutti. Non ho idea di come la mia partner in crime sia riuscita a fare le foto senza salire sul palco, ma pare ci sia riuscita! I Contrasto comunque sono stati a dir poco impeccabili e sono una di quelle band che sanno far vibrare le corde giuste, tirarti in qua quando sei giù e darti forza, animo e coraggio quando lo sconforto sta per assalirti. Saranno giorni migliori? Diciamo che quando sul palco – e fuori – ci sono loro, lo sono già.
Riprendetevi da sto momento lacrimuccia che si torna carichissimi con i Güerra, i miei non-skin che suonano oi! preferiti. Non me ne vogliano per i precedenti, ma questo secondo me è stato il loro più bel concerto. Ritmi forsennati, goliardia (momento top quando per temporeggiare è partito un trashissimo “se telefonandooooo, ioooooo…”) e canzoni che ti entrano in testa e non se ne vanno più via. “Sogno Mattine Senza Campane” è indubbiamente il mio pezzo preferito, ma come non amare “You’ll Never Understand”, “Fino A Qui Tutto Bene”… Eroici e danno proprio la sensazione di divertirsi un disastro quando sono sul palco. Che bellezza!
E così, con la trash sparata a tutto volume, balli improbabili e la Burzucco che urlava ogni due secondi il nome del ragazzo della trash, – ultimamente fatichiamo a scrivere un report senza dover citare “la burzucco che urla qualcosa ogni due secondi” –  finisce questo magnifico e riuscitissimo benefit. Un grazie di cuore a Bologna Hardcore, al Brigata 36, alle band, alle distro presenti, a Ivan Disasstro in versione pelliccia-vanitoso, a chiunque sia venuto a supportare questa importante iniziativa e infine a te che stai leggendo, ma chi te lo fa fare?! Dai, su, ci vediamo venerdì A Skeggia e Sabato a Milano alla presentazione dei Sempre Peggio. Ciao!

 

Report di Tom 
Foto di Elizabeth Zoe 
Potete usare le foto liberamente ma vi chiediamo gentilmente di citare i fotografi e Radio Punk.
Come sempre se volete le foto in alta definizione, contattateci a info@radiopunk.it

Please follow and like us:

Leave a Comment

Solve : *
26 ⁄ 13 =